Google Drive vs Dropbox: dove posso archiviare i miei contenuti?

Negli ultimi tempi, abbiamo assistito all'enorme crescita dei programmi e delle applicazioni di cloud storage, che ci consentono di avere un'enorme quantità di spazio che non dovremmo occupare nei nostri computer o telefoni cellulari. Sebbene in questo segmento ci sia un'enorme quantità di risorse o strumenti su cui possiamo contare, analizzeremo due dei più importanti, in particolare nei casi di Google Drive o Dropbox .

Google Drive vs Dropbox, la battaglia finale

Come abbiamo detto, le soluzioni di cloud storage sono molto popolari oggi, perché ci offrono la possibilità di archiviare le nostre fotografie, video, musica e tutti i tipi di file senza occupare spazio nel nostro cellulare o computer, con l'enorme vantaggio In questo senso possiamo anche accedervi da qualsiasi luogo. Con 400 milioni di utenti attivi in ​​tutto il mondo, concentriamoci quindi sugli elementi che partecipano e in cui si differenziano, Google Drive e Dropbox .

Facilità d'uso

La prima cosa che dobbiamo considerare in questo caso è che Dropbox ha cartelle appositamente create in ciascuna delle sezioni del nostro cellulare o computer, quindi inviamo tutti i nostri file lì. Uno dei punti di forza di questo sistema è che abbiamo la possibilità di inviare tutti i file in una cartella e che verranno aggiornati rapidamente nell'account online . Naturalmente, se è un file troppo importante, potrebbe richiedere molto tempo.

Nel caso di Google Drive, nel frattempo, possiamo vedere che questa piattaforma ci offre la possibilità di caricare contenuti tramite il browser, essendo inviati a una specie di server centrale a cui possiamo accedere quando vogliamo. Per il resto, non possiamo non tener conto del fatto che, sebbene ci siano molti pulsanti disponibili, non sono molto intuitivi, anche se è davvero facile condividere le cartelle facendo clic con il tasto destro .

La velocità

Quindi dobbiamo dire allo stesso tempo che sappiamo che quando si tratta di caricare file o contenuti nel cloud, la velocità è molto importante e quando parliamo di Dropbox, possiamo dire che un file di 40 MB richiede circa tre minuti di ritardo. Quando ciò che vogliamo fare è scaricare i file, nel frattempo il processo viene eseguito molto più velocemente .

Se ci inseriamo nel caso di Google Drive, dobbiamo sottolineare che la procedura viene eseguita in un modo completamente diverso, quindi alla fine della giornata il processo di caricamento dei file è un po 'più lento. Tuttavia, otteniamo gli stessi vantaggi di velocità quando si tratta di scaricare file dal cloud, anche se non c'è una grande differenza tra i due in questo campo.

Il prezzo

E per finire, e non per questo meno, abbiamo il prezzo. Nel caso di Dropbox dobbiamo dire che un piano di base di 2 GB di spazio libero, ha un costo molto accessibile, anche se poi troviamo opzioni alternative come il piano Dropbox Pro per $ 9, 99 al mese o $ 119, 88 all'anno, ottenendo fino a 1 TB di spazio di archiviazione, quindi non avrai più problemi nella memorizzazione dei contenuti .

Infine, se vuoi sapere se Google Drive è più economico o più costoso, devi sapere che ha un piano di archiviazione interna di base da 15 GB, mentre il piano da 100 GB costa $ 1, 99 al mese. D'altra parte, se si desidera ottenere una capacità di archiviazione interna di 1 TB, è necessario pagare un importo finale di $ 9, 99 al mese .

Stai con Dropbox o Google Drive?