Google Maps, la migliore applicazione di mappe

Google Maps è probabilmente la migliore applicazione o programma di mappe di oggi, o almeno la più utilizzata dagli utenti di tutto il mondo, e tuttavia è probabile che conosciamo poco e nulla della sua storia. Pertanto, l'idea di questo articolo è di essere in grado di rivedere un po 'le informazioni più generali che abbiamo a disposizione su questo sistema di immagini di mappe completamente spostabili.

Come abbiamo detto, Google Maps è composto in parte da immagini di mappe che si muovono come richiesto, ma non solo in esso, ma anche da fotografie satellitari di tutto il mondo. Anche se abbiamo bisogno di queste informazioni, è in grado di offrirci dettagli sui percorsi tra due punti in diverse località o immagini a livello stradale attraverso Google Street View.

L'origine di Google Maps, o le prime informazioni sul sistema, sono arrivate nel febbraio 2008, quando Google ha annunciato il suo sviluppo che è stato in fase beta per mezzo anno, fino al suo lancio ufficiale nell'ottobre dello stesso anno. A quel tempo abbiamo incontrato un software di mappe che, come molte altre app Web di Google, utilizza molti file Javascript per mostrare i suoi contenuti agli utenti.

L'operazione di Google Maps avviene in modo tale che, come abbiamo la possibilità di spostare la mappa dove vogliamo, in quel preciso momento viene scaricata l'immagine successiva che completa quella precedente. La cosa interessante è che nella misura in cui ne abbiamo bisogno, abbiamo la possibilità di fare tutti i tipi di approcci e distanze per mostrare la mappa in modo più dettagliato o ad una maggiore distanza .

Oltre a ciò, in termini tecnici dobbiamo sapere che le coordinate di Google Maps sono organizzate nel sistema WG584, in modo che siano visualizzate sia la latitudine sia la longitudine di ciascun punto. Quindi, con i diversi aggiornamenti di Google Maps, abbiamo anche visto l'arrivo di nuove funzioni, come strumenti di ricerca, movimenti delle mappe e immagini satellitari.

Un altro uso che Google Maps ha guadagnato nel tempo ha a che fare con l'inclusione di tutti i tipi di fotografie, alcune delle quali prese da banche di immagini, che si trovano nei luoghi in cui sono state scattate. Anche con il lancio di Google Earth da parte del gigante della ricerca, è stato raggiunto un complemento davvero interessante, per aggiungere informazioni alle mappe senza perdere i dati di Maps.

Infine, non possiamo non menzionare che all'inizio del 2014, quando scoppiò lo scandalo Edward Snowden per quanto riguarda i sistemi di spionaggio effettuati dalle agenzie di intelligence NSA americane e dal GCHQ britannico, è stato appreso attraverso varie documentazioni che Queste agenzie hanno utilizzato Google Maps per conoscere le ricerche degli utenti, trasformandole in vittime e parte dei loro meccanismi .